mercoledì 21 aprile 2010

Omeopatia e due forum

Leggevo in internet per trovare informazioni sull'omeopatia. Come spesso accade in internet, si trovano commenti spesso fuori luogo e assai superficiali, dei banali link al "Cicap" che porta avanti l'idea di "Credere che l'omeopatia non funzioni". Il fatto poi che al "Cicap" siano iscritti eminenti scienziati non vuol proprio dire molto a mio avviso: i nomi altisonanti a me dicono poco, visto che nella storia vi furono altrettanti nomi altisonanti che la pensavano diversamente.

Dipende su che piano si lavora: non è detto che un bravo chirurgo sappia concepire qualcos'altro oltre le cellule fisiche che taglia e opera e che conosce molto bene. Dipende. La dott.ssa chirurgo e medico omeopata dalla quale sono stato aveva una visione un po' più ampia della medicina e del curare il prossimo risalendo all'origine del problema, per risolverlo e non mettervi un tampone come invece stavano cercando di fare con me in quanto mi sentivo debole e sempre stanco a fine giornata. Il problema di base, non l'unico, era un'intolleranza alimentare, individuata grazie al Vega-Test. Strumento che, io stesso ho verificato, non tutti i medici sanno utilizzare allo stesso modo, il che non significa che questo apparecchio non funzioni! Tutt'altro!

Affermazione quantomai bugiarda il credere l'omeopatia sia solo un placebo, visto che numerosissimi sono i casi di cura di bambini o anche di animali, nella veterinaria, tramite la somministrazione di medicinali omeopatici e ci si chiede dove possa essere presente per l'animale l'effetto placebo?

Eppure lo si cita con post assai spesso in post superficiali. Non si tratta di credere, ma di sperimentare in prima persona, documentarsi o avere dei racconti di prima mano di sperimentazioni, cure omeopatiche. A me l'omeopatia ha dato moltissimo e non la conoscevo, mi sono avvicinato ad essa senza pregiudizi: è una metodologia di cura meravigliosa e, generalmente, senza effetti collaterali di alcun tipo.

Comunque riporto il link a due forum, il primo di medici e il secondo di persone legate al "deterministico" mondo informatico nel quale tutt'ora io lavoro, persone con differenti opinioni.

Mentre io continuo ad affermare la sua validità sperimentale sulla mia persona e il senso, la logica e la sperimentazione di Samuel Hahnemann. E un giorno arriverà la dimostrazione scientifica della validità dell'omeopatia. E' questione di tempo.

domenica 18 aprile 2010

Cina, la vita sacrificata a compagnie occientali

Un report statunitense racconta le condizioni disumane di migliaia di lavoratori asiatici. Schiavizzati per assemblare mouse e console.

Alla factory KYE si assembla ogni giorno - anche sette giorni su sette - una gran quantità di prodotti informatici d'uso comune. Dal mouse alla webcam fino all'hardware della console Xbox. Un buon numero di aziende estere fa attualmente capo alla produzione cinese: Microsoft è in testa con una quota del 30 per cento del totale, seguita a ruota da vendor come Best Buy, Hewlett Packard, Samsung, Acer e Logitech, Apple.

Produzione che viene assegnata dai responsabili aziendali a comuni ragazzi cinesi, di età compresa tra i 14 e i 25 anni. L'orario di lavoro è massacrante, dalle 7.45 di mattina alle 11 circa di sera; il salario ridotto ai minimi termini, 65 centesimi l'ora che diventano 52 centesimi con la detrazione del pranzo. Un gruppo di 20 o 30 lavoratori deve completare 2mila mouse di Microsoft in circa 12 ore.

lunedì 5 aprile 2010

Parlare al celluare fa l'effetto di due caffè

Da un servizio sul Tg di Rai1

Telefonare nuoce gravemente alla salute!

Parte 1/3



Parte 2/3



Parte 3/3

Effetto delle radiazioni e onde elettromagnetiche dei cellulari

Da TGR Leonardo del 26 Febbraio 2008: recenti studi dimostrano che le radiazioni prodotte dei cellulari modificano alcune proteine. E si parla di ristrettezze nelle ricerche...


L’automobile spinta dall’etere di Nikola Tesla

Pochi sono a conoscenza del fatto che il grande scienziato Nikola Tesla, le cui invenzioni rappresentano la base di tecnologie del mondo moderno (onde radio, raggio laser, raggi infrarossi, corrente alternata, ecc.) realizzò un prototipo di automobile che poteva funzionare senza l'uso di carburante.

Egli infatti ipotizzava una società non più dominata dal petrolio, ma che poteva disporre di energia pressochè infinita e pulita. Un'interessantissimo articolo di informazione.it ne spiega abbondamentemente i dettagli.

Dalle sue ricerche ecco alcuni moderni progetti, tra cui questo interessante articolo in italiano su Wintricity, grazie al quale sembra essere possibile trasferire corrente elettrica senza connessioni: ve lo immaginate un computer di domani collegato a corrente, internet, modem, televisore, scanner, senza alcun cavo? Anche una pagina in inglese che spiega questa tecnologia.

Nikola Tesla, il Genio dimenticato. Il documentario in 4 parti trasmesso a Voyager, su Rai2:







Nell’inferno delle fabbriche cinesi

DOCUMENTARIO DELLA TV SVIZZERA - Apple con quasi tutti i suoi prodotti ma anche Amazon, Dell, HP, Microsoft, Motorola, Nintendo, Nokia, Sony...